Vantaggi e benefici dell’illuminazione LED. Sostenibilità e risparmio energetico gli obiettivi della capitale italiana per il 2019, grazie al nuovo sistema di illuminazione

É detta la “Città Eterna” ed è il capoluogo più verde di tutta Europa. Stiamo parlando di Roma, la prima metropoli della storia, il cuore pulsante di una delle civiltà antiche più importanti, che influenzò societàcultura, lingua, letteratura, arte, architettura, filosofia, religione, politica e costumi di tutto il mondo.

Definita anche “museo a cielo aperto”, non a caso, la Capitale italiana è considerata una fra le più importanti città d’arte del mondo. Facente parte del patrimonio dell’Unesco, la città e il suo centro storico godono di un’illuminazione degna delle opere e dell’architettura che ospitano. Illuminazione contraddistinta dalla classica luce calda colore giallo arancio che, con l’anno nuovo, prenderà invece una nuova sfumatura.

I tempi cambiano e anche le esigenze: da qui la scelta della Capitale di convertirsi ad un’illuminazione più green e sostenibile. Dal 2019 la città sarà infatti interamente illuminata da luci LED, a basso consumo energetico. Una rivoluzione che consentirà al capoluogo italiano un risparmio di 16 milioni di euro all’anno. L’illuminazione della città Eterna e delle sue opere storiche richiede infatti una spesa annua di 35 milioni di euro per consumi elettrici e manutenzione. La soluzione risulta ovvia con l’avvento della tecnologia LED, l’illuminazione più tecnologica e all’avanguardia in commercio. Tra i primi vantaggi: l’aspetto green ed ecosostenibile che consente al contempo un risparmio in bolletta dell’80%.

Una volta definito il progetto, il primo passo della città è stato quello di aprire un bando con le società elettriche, per capire quale di queste potesse garantire il miglior servizio con un buon rapporto qualità/prezzo. L’azienda scelta è risultata essere Acea S.p.a., la principale fornitrice della capitale, dopo una selezione di quattordici aziende, italiane e non, partecipanti alla gara d’appalto. L’offerta finale: 50 milioni di euro per sostituire ogni faro, lampione e lampadina del territorio. Un investimento facilmente ammortizzabile considerando i risparmi che ne conseguono. Risparmi che, negli anni a venire, potranno essere utilizzati per le ulteriori esigenze della città e della popolazione romana.

Unico neo dell’iniziativa, il colore dell’illuminazione a LED, non più caldo e soffuso ma bianco e intenso. Gli uffici della capitale hanno dunque deciso di optare per lampade con una tonalità più calda da utilizzare nei quartieri storici, per poi proseguire con una luce più bianca e naturale in periferia.

La sostituzione delle lampade ha avuto inizio già dal 2016, e ad oggi conta l’installazione di 165.000 mila lampade LED distribuite in 15 comuni, a partire dalla periferia. L’obiettivo è rendere la Capitale totalmente illuminata a LED entro la fine del 2019, riuscendo così a diminuire l’enorme impatto ambientale della Capitale e i gli elevati costi relativi all’illuminazione pubblica di circa il 70%, rendendo la città più contemporanea e sostenibile.

Come Roma, sono molte le città italiane che hanno deciso di passare da un’illuminazione più tradizionale ai più moderni apparecchi LED. Tra questi, la capitale commerciale Milano, e molte altre città minori. Un fenomeno che ha avuto inizio nel 2006 con la realizzazione della prima città mondiale illuminata a LED: Raleigh, la capitale della Carolina del Nord. Scelta che portò anche gli stessi abitanti della città ad adottare il nuovo sistema di illuminazione, una volta constatati i benefici. Una vera e propria rivoluzione che ha portato alla città ed agli abitanti notevoli risparmi economici e benefici in termini ambientali.   

Ci troviamo dunque di fronte ad una rivoluzione tecnologica in funzione del nostro presente e del futuro. Per riassumere: vantaggi economici, ambientali e salutari si possono trarre dall’utilizzo del nuovo sistema di illuminazione, in particolare, tra i vantaggi per la nostra salute la riduzione di emissioni di CO2, principale causa dell’effetto serra.

Scopri tutti i benefici dell’illuminazione LED!

Post Precedente Rinnovabili 2018: nuovi adempimenti ENEA per gli impianti fotovoltaici
Post Successivo Sostenibilità ambientale e comunicazione alla base dei progetti italiani