Indipendenza e sostenibilità come stile di vita. Si trova a Bodio la prima casa della provincia di Varese ad ospitare il sistema di stoccaggio a base di Sodio Zhero System.

Less is more” è questo il motto da cui ha preso vita il progetto Bodio V2  che prevede la ristrutturazione e la trasformazione di una villa degli anni ‘50, in una casa passiva, con l’impiego dell’innovativo sistema di accumulo Zhero System.

Un’abitazione sostenibile al 100%, il cui requisito fondamentale si fonda su un’unica parola: indipendenza. Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono gli aspetti fondamentali di una casa passiva.

Prima di tutto è bene ricordare che, con questo termine, si intende un’abitazione il cui benessere termico è garantito senza o con una minima fonte energetica di riscaldamento interna all’edificio e comunque senza nessun impianto di riscaldamento “convenzionale”. Parliamo quindi di una casa che massimizza la sua efficienza energetica .

Per l’abitazione di Bodio, innanzitutto, sono stati analizzati i materiali e le tipologie di impianti da utilizzare. Se la parola d’ordine che ha fatto da filo conduttore a tutto il progetto è stata sostenibilità, la scelta non poteva essere che una: il legno. Partendo da questo aspetto si è deciso di affidare la realizzazione dell’abitazione alla ditta Novello , specializzata appunto nella costruzione di case in legno. In più si è optato per una stufa a doppia fiamma e ad alto efficientamento, come mezzo di riscaldamento per i picchi di freddo e l’utilizzo di un impianto fotovoltaico per l’elettricità.

Ma come fare per rendersi davvero indipendenti al 100%?

La risposta è una sola e si chiama Zhero System, l’innovativo sistema di accumulo al sale.

L’idea ha preso vita da un articolo pubblicato nel luglio del 2017, nel quale si parlava del progetto di distribuzione di un prodotto fino a quel momento sconosciuto. Un Home Managment System che, collegato all’impianto fotovoltaico , è in grado di gestire in modo intelligente l’energia di casa consentendo di accumularla e scambiarla con altri sistemi simili, appunto i modelli Zhero. Un prodotto all’avanguardia che non poteva di certo mancare nel progetto di Bodio, il cui obiettivo principale di ristrutturazione, era quello di rendere la vecchia villa un’abitazione “out-of-category ”.

Con questi presupposti, l’innovativo sistema di accumulo tutto italiano, si è candidato di diritto per il progetto, grazie alla sua batteria al sodio. In più, essendo il primo impianto a permettere il riciclo di tutti i suoi componenti, Zhero System è diventato a tutti gli effetti il primo sistema ad emissioni zero sul mercato.

Gli aspetti sopra citati di ecosostenibilità e rispetto dell’ambiente uniti alla sua tecnologia senza pericoli di combustione, hanno reso Zhero System la soluzione ideale per la casa in legno di Bodio!

Ma non è tutto. Un altro requisito che ha reso decisiva la scelta di Zhero, è il suo sistema di backup integrato, che garantisce la possibilità di utilizzo dell’energia stoccata nei momenti di black out, quando la rete non è in grado di fornirla. Grazie a questa funzione, Zhero System ha ottenuto per primo, la certificazione CEI-0 21, che regola la connessione degli utenti, attivi e passivi, alle reti delle imprese distributrici di energia elettrica. In più, peculiarità del prodotto è la caratteristica “All in one”, che integra inverter e sistema di stoccaggio in un’unica soluzione.

Tutti gli aspetti descritti, rendono Zhero System, adatto alla creazione di reti elettriche Owner Grid, che permettono lo scambio di energia tra più abitazioni, l’abbattimento di emissioni dannose ed una maggiore autonomia energetica. Il tutto gestibile e monitorabile grazie al software integrato, in grado di pianificare e gestire in modo autonomo i propri consumi energetici, singolarmente o in funzione dei sistemi aggregati, oltre a garantire la gestione in autonomia degli elettrodomestici di casa.

Questi requisiti non potevano assolutamente mancare nel progetto della casa passiva Bodio V2 che, ad oggi, ha già visto l’installazione di 16 pannelli solari Sunpower, per un totale di 5,232 Kwp di impianto e che, nei prossimi giorni, si completerà con l’installazione del sistema Zhero.

Sostenibilità ma anche tecnologia, grazie al nuovo sistema di accumulo al Sodio-Nichel.

Il progetto varesino rappresenta, di fatto, un vero esempio d’avanguardia, che per le sue caratteristiche ha attirato numerosi curiosi ed interessati tra cui gli studenti della fondazione ITS Incom di Varese che, ispirandosi al progetto, hanno realizzato uno studio volto allo sviluppo di smart grid, di cui si è recentemente parlato. Ma non solo. Il progetto ha suscitato l’interessamento di molti privati che, grazie all’apertura dell’abitazione, gentilmente concessa dai proprietari, hanno potuto assistere ai lavori in corso. La speranza è che, questo modello costruttivo possa essere di spunto ai futuri proprietari di nuove abitazioni.

Noi di Elmec Solar, siamo fieri di essere stati parte integrante della nascita di questo progetto, 100% sostenibile, con l’installazione dell’ impianto fotovoltaico e grazie all’impiego della più moderna tecnologia Zhero System.

Scopri di più sui sistemi di accumulo e su ZheroSystem: http://powerstorage.elmecsolar.com/

Leggi l’articolo di approfondimento sulla nascita e sull’impiego della tecnologia Zhero System:

https://greenbox.elmecsolar.com/mondo-fotovoltaico/2018/batterie-al-sale-la-rivoluzione-energetica-per-un-futuro-100-ecosostenibile/

Post Precedente Economia circolare: vantaggi e risparmi in azienda grazie alla sostenibilità.
Post Successivo Sharing Energy: le comunità energetiche del futuro