Indipendenza, controllo e gestione dell’energia tra i desideri degli italiani.

Energia: è la tematica trattata dal quinto Wired Trends 2019, l’appuntamento milanese, dedicato alle previsioni per il nuovo anno e alle parole del futuro, organizzato della nota rivista e dalla società Ipsos (occupata nella ricerca di mercato e consulenza a livello mondiale).

Cittadini che diventano prosumer, smart home e storage: le parole chiave dell’incontro.

Secondo una ricerca condotta in 15 Paesi più della metà delle persone pensa di poter avere un ruolo attivo nell’influenzare le sorti del clima del futuro, e solo una persona su 5 è del tutto pessimista in questo senso..” sono le parole del CEO di Ipsos Nicola Neri, come riportato dalla rivista stessa. Un’affermazione che fa ben riflettere sul cambio di mentalità che sta caratterizzando gli ultimi tempi.

Sostenibilità e tecnologia nel futuro dell’energia

Il 65% delle persone ritiene che una delle priorità per il futuro del mondo sia la riduzione delle emissioni e dell’inquinamento, e il 55% ritiene sia necessario anche migliorare i processi energetici, facendo uso di energia rinnovabileha aggiunto sempre il Ceo di Ipsos, a conferma di una maggiore consapevolezza e conoscenza maturata, nel corso di questi anni, non solo da parte di aziende e operatori del settore, ma anche e soprattutto dai singoli privati.

Più della metà della popolazione ritiene dunque che il futuro sia nelle rinnovabili, e pensa a una rivoluzione energetica come una priorità. In questo senso, la tecnologia è considerata un elemento fondamentale e determinante per il processo di decarbonizzazione, ambito in cui l’Italia rappresenta già un’eccellenza a livello europeo.  “Già il 37% del fabbisogno energetico italiano e il 43% della potenza installata nel nostro Paese corrisponde alle rinnovabili”, così testimonia durante l’evento il professore associato di Strategy & Marketing al Politecnico, Davide Chiaroni.

I cittadini di oggi, come emerso durante l’incontro, non sono più semplici consumatori, ma al contrario vogliono poter controllare e gestire i propri consumi e diventare co-produttori di energia.

In ambito energetico, uno dei grandi trend generali è il passaggio dalle grid alle mini-grid, dall’idea di consumer a quella di prosumer, ossia il consumatore che diventa anche produttore di energia. A livello urbano” commenta Fabio Mondini de Focatiis, venture partner di Idinvest Partners.

In quest’ottica, giocano un ruolo fondamentale lo storage ed i sistemi di accumulo, indispensabili per il raggiungimento di una maggiore indipendenza. Citando lo stesso Professor Chiaroni, i prezzi sono in discesa e lo storage diventa a tutti gli effetti un attore del sistema elettrico, sia in ambito residenziale che nel caso dei grandi impianti, anche se il ruolo chiave rimane quello della regolamentazione, capace di incentivare gli investimenti e le sperimentazioni.

La transizione energetica, il gas come fonte prescelta

“Il gas rappresenta una soluzione intermedia per un periodo di transizione”, aggiunge, durante l’incontro, Michele Elia, country manager Italia di Trans Adriatic Pipeline. In attesa che avvenga la rivoluzione, una fonte fossile risulta ad oggi ancora necessaria, il gas la fonte prescelta, in quanto in grado di ridurre del 40% le emissioni di anidride carbonica. Da qui la decisione di realizzare il Gasdotto Trans-Adriatico “TAP” che dalla frontiera greco-turca attraverserà Grecia e Albania per poi approdare in Italia, in provincia di Lecce, permettendo l’afflusso di gas naturale proveniente dall’area del Mar Caspio. Una soluzione provvisoria che dovrà essere di sostegno alla transizione energetica.

In conclusione, ciò che emerge dall’evento milanese è una crescente propensione verso le nuove fonti di energia rinnovabili, a discapito dei combustibili fossili, ad eccezione del gas, elemento ancora indispensabile in fase di transizione. Tra i desideri, un controllo ed una gestione diretta dell’energia, passando dall’essere semplici consumatori alla co-produzione di essa diventando prosumer. Sicuramente, un primo passo che può essere compiuto verso questa rivoluzione è rappresentato dall’adozione delle nuove fonti di energia e da una maggiore attenzione in termini di controllo e gestione di essa.

Diventa produttore della tua energia, scopri la tecnologia fotovoltaica grazie ai nostri esperti!

Post Precedente Rinnovabili 2019: al via la transizione energetica
Post Successivo Efficienza energetica e sicurezza in Lombardia