Quali sono le caratteristiche principali dei veicoli elettrici ? Quali agevolazioni ci sono per chi sceglie di spostarsi in modo consapevole e pulito? Vediamolo insieme!

La maggior consapevolezza in ambito di sostenibilità ambientale e utilizzo di fonti rinnovabili, non riguarda più il solo impiego di strumenti atti alla produzione di energia, come gli ormai diffusi impianti a pannelli solari o i sistemi eolici. Negli ultimi tempi, infatti, l’attenzione dei consumatori nel campo delle energie alternative, si è ampliata a 360°, dando spazio alla volontà di utilizzare sistemi più puliti e sostenibili anche per spostarsi: le auto elettriche.

Sono molti i vantaggi in termini di qualità che arrivano dai veicoli elettrici.

Sono silenziosi ed economici da mantenere, sono una delle risposte alla riduzione delle polveri sottili,all’inquinamento acustico e alla rincorsa “al miglior prezzo” nelle stazioni di servizio.

I costi legati alla manutenzione, al rifornimento e al consumo di energia sono notevolmente ridotti rispetto a quelli del normale carburante. In più, data la crescente domanda di soluzioni green ” e l’attenzione che governi centrali e amministrazioni locali attribuiscono al rispetto per l’ambiente, sono state introdotte numerose agevolazioni a livello fiscale e normativo.

Da sottolineare anche la sostanziale differenza tra auto elettriche e auto ibride , con le prime che riducono a zero le emissioni di CO2 e altre sostanze inquinanti.

Per agevolare l’utilizzo di questi veicoli 100% green, dal 31 dicembre 2017, le amministrazioni locali dovranno inserire nel loro regolamento una norma per rendere obbligatorie le colonnine di ricarica nelle future nuove case, come stabilito dal Testo Unico dell’Edilizia.

Al momento la normativa è rispettata solo in alcune città italiane e il vincolo riguarda unicamente gli edifici superiori ai 500 mq. Questo però ancora per poco. Se i comuni non rispetteranno queste norme le Regioni avranno l’obbligo di far decadere le concessioni edilizie rilasciate.

Al fine di garantire un efficiente servizio di approvvigionamento, le colonnine dovranno offrire la possibilità di ricaricare la propria automobile elettrica ad ogni piazzola o box dell’edifici. E’ inoltre già prevista nel futuro delle auto elettriche una nuova rete di 180 stazioni di ricarica “ultra-rapida”. che verranno distribuite dalla società E.On sul tratto stradale che collega Italia e Norvegia.

Secondo la normativa verranno utilizzate tessere magnetiche che permetteranno di monitorare i consumi di ricarica dei singoli condomini, attraverso l’installazione di contatori separati.

L’ auto elettrica è solo una delle possibilità per un mercato sempre più rivolto all’utilizzo di energie rinnovabili. Da una recente analisi è emerso che nel 2040-2050 il fotovoltaico potrebbe coprire il 23-29% della richiesta elettrica mondiale e che i veicoli elettrici potrebbero superare il 50% della produzione automobilistica complessiva.

Una prospettiva davvero rassicurante, che incentiva ancora di più ad avvicinarsi all’utilizzo di energie alternative totalmente ecosostenibili.

Per approfondimenti sulle offerte in ambito green visita il nostro sito www.elmecsolar.com

Post Precedente Energia elettrica da fonti rinnovabili: la California in anticipo di dieci anni nell’utilizzo di energie alternative.
Post Successivo Come mantenere efficiente e ai massimi livelli di prestazione un impianto fotovoltaico.