Stile di vita sostenibile nelle città: una rivoluzione che interessa anche la provincia di Varese.

Se si pensa che solo i​l 2% della superficie terrestre è occupata da centri urbani e che la maggior parte della popolazione è insediata proprio in queste zone, non è difficile capire quanto questa concentrazione sia impattante per il nostro pianeta a livello di consumo energetico​.

Secondo alcuni studi sulla ​sostenibilità ambientale​, si è previsto che, entro il 2050, più di 6 miliardi di persone vivranno nelle città e che, il consumo di energia, toccherà il 75% della disponibilità mondiale.

Numeri preoccupanti che impongono un cambio repentino di abitudini e soprattutto di mentalità, diretto verso uno stile di vita sostenibile e attento alla salvaguardia ambientale.

Tutti i centri urbani, infatti, indipendentemente dalle dimensioni, hanno un ruolo fondamentale in questo ambito, poiché sono luoghi d’eccellenza per tutte le manovre commerciali, politiche, sociali ed economiche.

A questo proposito si stanno sviluppando nuove tendenze, che mirano a valorizzare i centri abitati in termini di sostenibilità e di sviluppo. Parliamo delle “​città intelligenti” e di tutte quelle azioni volte alla promozione per sostenere la riqualificazione delle città stesse. Si tratta, in particolare, di interventi di manodopera ed installazioni che possano migliorare l’​efficienza energetica degli immobili, limitando i consumi e riducendo l’emissione di fattori inquinanti nell’atmosfera. Tra questi troviamo tutte quelle attività a miglioramento delle condizioni di dispersione energetica e termica per gli edifici già esistenti e, nel caso di nuove costruzioni, l’adozione obbligatoria di tutte le misure previste per legge  in termini di ​risparmio energetico​.

A questo proposito, lo Stato Italiano, ha previsto agevolazioni e detrazioni fiscali per sostenere l’adozione di tecnologie sostenibili a cui possono accedere tutti coloro che possiedono un immobile, sia esso di natura residenziale o commerciale.

In Italia, il numero di comuni che attualmente hanno intrapreso progetti di smart city si aggira intorno al 50% ma di questi, circa il 63% delle iniziative risulta essere ancora in fase sperimentale. Un esempio a noi vicino, ci è dato dalla città di Varese che lo scorso 23 Novembre, è stata oggetto del convegno “​Efficientamento energetico: case a contatore zero​”. L’incontro è stato promosso da Ance Varese, l’Ordine degli Architetti e degli Ingegneri di Varese, il Collegio dei Geometri di Varese e Icaf, in collaborazione con il

Comune di Varese e Legambiente e con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

Il congresso, si è concentrato sulla realizzazione di ​case a contatore zero dove, oltre al beneficio ambientale, è il proprietario stesso dell’immobile a poter usufruire di notevoli vantaggi. Come sostiene lo stesso direttore generale di Ance Varese, l’associazione nazionale dei costruttori edili, un’opera di ​riqualificazione energetica, giova prima di tutto all’immobile, aumentandone il valore e le potenzialità. Considerando che il 20% degli edifici varesini è stato costruito intorno al 1945, il 33% tra il gli anni ‘50 e ‘70 ed un 31% fino al 1990 e che, quindi, più dell’80% delle abitazioni superano i 40 anni, si capisce quanto la manovra promossa dal congresso risulti fondamentale. Sono molti i progetti presentati, tra questi quello di ​CQ – Costruire in Qualità o come l’idea delle ​sharing city di ​Legambiente Lombardia​. Proposte che, nel giro di pochi anni, considerando anche gli incentivi e le detrazioni a disposizione, arriverebbero ad autofinanziarsi.

Possiamo quindi affermare che Varese ha intrapreso i primi passi verso una riqualificazione energetica che non solo gioverà alla città e ai suoi abitanti, garantendogli risparmi e uno stile di vita più sano e sostenibile, ma che apporterà notevoli benefici anche a livello ambientale.

Per sapere di più sull’argomento e su come riqualificare energeticamente un immobile grazie al fotovoltaico, visita il nostro sito: ​http://www.elmecsolar.com/ ​ed affidati ai nostri esperti del settore.

 

Post Precedente Efficienza e risparmio energetico: grazie all’illuminazione LED
Post Successivo Energie rinnovabili e turismo sostenibile: Italia al vertice della classifica europea.