In Germania la produzione di energia ha superato la domanda per un intero mese. Le turbine eoliche conquistano un primato nel campo delle energie rinnovabili.

Sin dagli anni ‘80 la Germania è stata in prima linea nel mercato delle rinnovabili, incoraggiandone l’utilizzo per una gestione dell’energia più consapevole ed ecosostenibile. Non a caso oggi è leader nel mercato del fotovoltaico ed è in grado di soddisfare la più alta percentuale di domanda di elettricità giornaliera da fonti rinnovabili.

Uno dei vantaggi di cui gode questo paese è il suo clima nuvoloso e molto spesso ventilato.

Nel mese di ottobre 2017, infatti, grazie al vento presente su tutto il territorio, la Germania ha prodotto più energia di quella richiesta, costringendo i produttori ad acquistare elettricità direttamente dai clienti. Di fatto il vento ha prodotto 39.409 megawatt in una sola giornata, che corrispondono alla stessa quantità generata da circa 40 reattori nucleari, arrivando così a coprire il 109% della domanda di energia elettrica danese e il 61% di quella della Germania.

In questo modo i prezzi dell’energia, diventati negativi a causa del surplus di produzione, hanno incoraggiato i produttori stessi a chiudere le centrali elettriche per comprare elettricità extra dai consumatori.

Questo fenomeno, generato soprattutto dai forti venti che hanno investito il paese, ha permesso all’Europa di soddisfare quasi un quarto della domanda di energia elettrica totale, conquistando così un nuovo record nelle rinnovabili e nella produzione di energia eolica.

Il fenomeno ha dei precedenti: non è la prima volta infatti che l’Europa raggiunge un record green a livello mondiale. Nel mese di luglio di quest’anno, la Scozia, ha generato il 118% dell’energia elettrica nazionale grazie alla produzione eolica dei primi sei mesi dell’anno.

Un altro esempio del buon utilizzo dell’energia eolica in Europa è dato dai Paesi Bassi dove tutti i treni passeggeri vengono alimentati grazie all’energia prodotta dal vento.

Il primo gennaio 2017, la compagnia ferroviaria olandese NS, ha annunciato che tutti i treni passeggeri a cui fanno capo, viaggiano interamente grazie all’energia eolica prodotta dalle tre vicine centrali presenti nei Paesi Bassi e in Finlandia.

La speranza è che quello della compagnia olandese venga utilizzato come un modello di riferimento anche da altri paesi, dando il via ad una nuova era di trasporti green e contribuendo notevolmente a diminuire la presenza di carbonio a livello globale.

Gli esempi concreti che ci vengono dati da questi paesi così vicini al nostro, non possono che essere motivo di riflessione. La speranza è che a tendere, la produzione e la gestione dell’energia in modo consapevole e oculato, possano creare i presupposti per un futuro ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Per conoscere saperne di più sui prodotti, le soluzioni e le novità nel campo dell’energi rinnovabile, visita la pagina: www.elmecsolar.com

Post Precedente In Italia la Grid Parity è già realtà: energie rinnovabili più economiche di gas e carbone.
Post Successivo MECSPE 2018: una grande opportunità per conoscere tutti i vantaggi del fotovoltaico industriale.